sabato, dicembre 20, 2008

Il Montaggio di V. Volkoff

"Leggendo il formidabile romanzo di spionaggio "Il montaggio" di Vladimir Volkoff, il ragionevole dubbio che i servizi segreti delle grandi potenze del '900 abbiano fortemente influenzato lo svolgimento della Storia contemporanea prende prepotentemente corpo."

Vladimir Volkoff è nato da genitori russi a Parigi il 7 novembre 1932 fino a 21 anni apolide , quando gli fu imposta d'ufficio la nazionalità francese, riconosce le sue vere radici in Russia e considera l'esilio come la sua patria e il suo destino.
Nel 1966 si è trasferito negli Stati Uniti. Considerato uno «scrittore russo in lingua francese», Volkoff è autore di numerosi romanzi: L'Interrogatorio, L'Agent Triple, Le Rettournement, Les Humeurs de la Mer.

Nel libro che mi è stato segnalato sapientemente per far comprendere come la manipolazione utilizzi i media, si ripercorre la storia di Dimitri Aleksandrovic Psar che viene convinto a sacrificare la sua vita alla causa sovietica, in cambio del rientro in Russia, da un giovanotto agente del KGB, Pitman. Dimitri diventa l'ingranaggio della macchina sovietica ispirata dalla scienza filosofica di Sun Tzu, antico genio cinese autore dell'"Arte della guerra".ecco le leggi di Sun Tzu

" discredita il bene

comprometti i capi

fa' vacillare la loro fede, abbandonali al disprezzo

serviti di
uomini vili

disorganizza le autorità

semina la discordia
fra
i cittadini

sobilla i giovani contro i vecchi

ridicolizza le
tradizioni

sconvolgi i rifornimenti

fa' ascoltare musiche
lascive

diffondi la lussuria

sborsa

sii
informato"

riflettiamo insieme!!



3 commenti:

  1. Salve, sono un'insegnante che frequenta il corso DOL presso il Politecnico di Milano.
    Navigando per il Web, cercavo qualche informazione su Volkoff e il romanzo "Il montaggio", che vorrei tanto poter leggere ma non riesco a trovarlo nelle librerie on line.
    Ho trovato molto interessante questa pagina per cui sento di ringraziarla.
    Auguro un Buon 2010 a lei e ai suoi collaboratori.
    marina piras

    marina.piras@istruzione.it

    RispondiElimina
  2. sono felice che il seme della resistenza che ho piantato con la recensione di questo "formidabile romanzo" sia germogliato nel tuo campicello così vigoroso.
    che i semi si diffondano....!
    da il fu pensioncafè di pisa
    michele saragò
    saramic74@yahoo.it

    RispondiElimina
  3. Marco Casarino31 agosto 2013 13:41

    Ho mai letto l'interrogatorio? lo consiglierebbe?
    marco.casarino@gmail.com

    RispondiElimina